Dopo aver sviluppato l’elaborazione software gestione motore per l’ultima 991, la GT3 RS mk2, passiamo al nuovo capitolo della 911 nella sua ultima versione, la 992.

Il modello che abbiamo utilizzato per lo sviluppo è una nuovissima 992 4S, dotata di 450cv e 530Nm e dell’optional Sport Exhaust della casa.

La nuova 911 Carrera mantiene la configurazione 3.0 litri biturbo in combinazione con il cambio PDK, che per questa generazione passa da 7 ad 8 rapporti.

Buona parte del tempo speso nella messa a punto è stato investito proprio sul funzionamento del cambio, in particolare abbiamo cercato la miglior gestione della curva di coppia per evitare di sollecitare eccessivamente le frizioni del cambio PDK. Abbiamo notato che con un ingresso in coppia troppo aggressivo, soprattuto con valori oltre i 635Nm, il pacco frizioni rischiava di dover sopportare un carico di lavoro eccessivo. I nostri tecnici hanno quindi lavorato sull’ingresso in coppia per renderlo meno impegnativo per il cambio, restando al di sotto dei 620Nm di coppia motrice.

La potenza massima ottenuta è di 535 cavalli, valore che viene mantenuto anche dopo molteplici test di potenza senza perdere cavalli per stress termico, questo è un ottimo risultato considerando che la vettura rispetta le normative Euro 6D-Temp e pertanto monta il filtro antiparticolato per benzina (OPF/GPF). La presenza di un sistema antinquinamento così restrittivo implica temperature dei gas di scarico (EGT) più elevate, ma i tecnici Porsche hanno fatto un lavoro egregio nella costruzione di questo sistema, lasciando un margine sufficiente per ottenere ben 73cv effettivi in più rispetto ai 462cv che l’auto ha erogato su banco in configurazione completamente stock. Un aiuto nel mantenimento della potenza costante con temperature elevate è certamente anche il nuovo posizionamento degli intercooler, che ora sono subito sotto la presa d’aria dietro il lunotto posteriore. Per notare un leggero calo di potenza abbiamo dovuto spingerci ad oltre 300 km/h con numerosi lanci su banco.

Come avrete notato nella galleria abbiamo pubblicato anche il valore di potenza alla ruota. In Europa il valore di potenza alla ruota non è molto popolare, siamo più abituati a valutare i cavalli motore.
Quello che non tutti sanno è che ogni banco prova legge solo ed esclusivamente i valori di potenza alla ruota, a cui viene poi applicato un fattore di correzione con cui si ottengono i cavalli motore. Il fattore di dissipazione viene calcolato lasciando scorrere l’auto sui rulli del banco in folle a forte velocità, in questo caso il banco misura quanta potenza viene assorbita dalla meccanica dell’auto, in modo da ottenere correttamente i cavalli erogati all’albero motore.

Ora qualcuno si starà chiedendo il perché di questa precisazione. La risposta è che leggendo i valori pubblicati da alcuni nostri competitor, proprio sulla 992, non ci spieghiamo come gli appassionati non possano aver notato la differenza del valore di potenza dichiarato con quello che, inspiegabilmente, è stato pubblicato come valore alla ruota. In alcuni casi si tratta di potenze dissipate superiori ai 130cv, cosa assolutamente non confermata dal nostro banco e dalle più semplici basi di meccanica, visto che notoriamente le 911 hanno una potenza dissipata molto bassa grazie alla loro configurazione con motore posteriore.

Questo purtroppo confonde le idee agli appassionati ed anche ai possessori che sono intenzionati ad elaborare il loro nuovo gioiello. Per la cronaca la potenza alla ruota che abbiamo rilevato è di 490cv, con un fattore di dissipazione molto basso, addirittura uguale o inferiore al 9%. Consigliamo di prestare attenzione ai dati pubblicati e di richiedere sempre un grafico di potenza alla ruota.

Prova comparativa potenza e coppia Stock con Stage1, valori al motore:

Prova comparativa valori potenza e coppia Stock con valori Stage1, valori alla ruota:

Come conferma che i numeri che abbiamo ottenuto si traducono realmente in un aumento notevole delle performance ecco un rilevamento effettuato con apparecchiatura GPS PGear 610**, lo sparo da 0-100km/h** è stato effettuato in condizioni di pessima aderenza e non è dove focalizzare l’attenzione (resta pur sempre un rispettabile 3,49″), mentre il tempo da 100-200 km/h in 7,31″** lascia intendere che questa 911 Stage1 ha delle prestazioni davvero impressionanti per essere una Carrera.

Test 0-100 km/h Porsche 911 992 Carrera 4S Stage1

Test 100-200 km/h Porsche 911 992 Carrera 4S Stage1

Il tempo da 0-200km/h è di 10,8 secondi**, a livello di una vera supercar, senza contare che si potrebbe ottenere un tempo decisamente migliore con buone condizioni di aderenza.

Siamo già al lavoro per uno Stage2 con scarico completo, a breve pubblicheremo un’offerta di un kit con scarico Akrapovic con o senza link pipe. Se siete interessati potente richiede informazioni scrivendo a info@biesseracing.com.

La programmazione avviene senza apertura del coperchio della ECU (bench programming). La programmazione in seriale tramite presa OBDII  non è ancora possibile, ma i nostri tecnici possono connettersi alla centralina senza alcuna traccia di manomissione fisica della centralina.

Il tempo di installazione è di circa 5 ore lavorative. Per la prenotazione o informazioni è possibile contattarci scrivendo all’indirizzo info@biesseracing.com o chiamando il numero 0173-67100.

Link al listino

* Dati rilevati nel nostro centro prove 

** Rilevamento effettuato con apparecchiatura GPS PGear condotto su circuito chiuso al traffico con pilota professionista